Graziella Semacchi Gliubich, "Il mio spazio, il  mio tempo – co’ la testa fra le nuvole"

“Il mio spazio, il  mio tempo – co’ la testa fra le nuvole” è l’ottava pubblicazione in versi di Graziella Semacchi Gliubich. La prima parte è costituita da 29 liriche in lingua italiana (29 perché la trentesima  si è perduta  - non si sa come -  nello ‘spazio’ intercorso tra l’invio della raccolta e la stampa), la seconda da 35 in dialetto triestino. Le due sezioni comunque si integrano a vicenda, in quanto la visione poetica dell’autrice si dispiega in entrambi i linguaggi esprimendo un insopprimibile amore per la vita in tutte le sue epifanie. Venata a tratti da  un’intensa  autoironia che dona alla raccolta la peculiarità di sorprendere, sorridere, far riflettere .

 

Per togliere ai lettori la curiosità sulla poesia scomparsa, eccola: “Giochi inutili”
“Gioco con le parole
per nascondermi
tra esse,
per non svelare nulla
di me.
Ma tu sai leggere
fra le mie righe
e nei tuoi occhi
mi vedo come sono”.